Archivio del mese: gennaio 2022

Presidentessa donna

Nelle TV generaliste si ripete l’appello ad eleggere una Presidente della Repubblica, al punto che in una TV si è ribadito il concetto in modo pleonastico: presidentessa donna. La saga della chiacchiera gira a vuoto e mette in scena un’altra…

Berlusconi apre la strada a Draghi

Mi sbaglierò ma credo che la candidatura di Berlusconi al Quirinale sia soltanto un depistaggio, una candidatura nata per essere ritirata per lasciare spazio al vero candidato (già) designato, cioè Mario Draghi. E di questo ne è perfettamente cosciente lo…

Cara vecchia RAI…

Tutti quelli della mia età ricorderanno, certamente con rammarico se non con un sentimento di vera e propria nostalgia, la vecchia RAI democristiana con cui siamo cresciuti durante la nostra infanzia e adolescenza. Crescendo, abbiamo cominciato a contestarla per ovvie…

RAI e pluralismo

La RAI lancia, come ogni anno, la sua campagna abbonamenti. È il servizio pubblico per eccellenza, in quanto, in teoria, consente a chi non ha voce e potere economico di esprimersi, di contestare e proporre. Senza libertà di parola che…

Dalemate

A Massimo D’Alema sfugge qualcosa. Qualcosa di importante. Come sempre il marketing personale oltrepassa la dignità che possiedono le analisi pensate con un minimo di profondità. Renzi difatti ha rappresentato l’incarnazione autentica dell’evoluzione dottrinaria elaborata dal Pds sin dalla sua…

Il Presidente della discordia

Qualche giorno fa le parole di Sergio Mattarella, puntualmente ripetute durante il tradizionale discorso di fine anno, hanno provocato reazioni stupefatte di esperti commentatori. Queste si sono dimostrate orgogliose del proprio operato, fiere soprattutto di lasciarsi alle spalle un popolo…

Schifezza della schifezza…

Tra le notizie di oggi, per il prossimo rientro a scuola, l’ipotesi di attivare la Dad solo per i non vaccinati. Se si è positivi ma con vaccino, in classe. Direbbe Eduardo che questa è una schifezza della schifezza… Si…

La democrazia che non c’è

Con il discorso del Presidente della Repubblica il potere plaude a se stesso: la commedia sfiora l’assurdo e si impone alla realtà. Il discorso di fine anno del Presidente Mattarella conferma la distanza del potere dalla realtà effettuale. Si inneggia…