Disinformazione militante

Devo dire che il livello di lucida e scientifica disinformazione, manipolazione, uniformità e grossolana retorica propagandistica raggiunto da tutto il sistema mediatico senza eccezione alcuna in occasione di questa crisi russo-ucraina-americana-europea, non ha eguali.
Pensavamo di aver raggiunto l’apice della manipolazione mediatica con le guerre (per esportare diritti e democrazia, ovviamente…) in Jugoslavia, Iraq, Afghanistan, Siria, Libia, ma ci eravamo sbagliati.
In quei frangenti qualche voce fuori dal coro faceva capolino qua e là ogni tanto e anche qualche giornalista tentava di abbozzare delle analisi che non fossero delle semplici veline ministeriali.
Ora invece siamo alla pura e sfacciata propaganda, ideologica prima ancora che politica. La ragione è semplice. C’è di mezzo la Russia, siamo faccia a faccia con il nemico, non sono consentite neanche delle sfumature al racconto ufficiale.

11 TESI SUL SISTEMA DI MANIPOLAZIONE MEDIATICA di Alceste De Ambris -  sollevazione

Fonte foto: da Google

3 commenti per “Disinformazione militante

  1. ndr60
    28 febbraio 2022 at 10:30

    I media mi danno l’impressione di aver sbianchettato la parola “covid19” per scriverci sopra “Ucraina”; il meccanismo è analogo: “esperti” sorti dal nulla come funghi a ripetere la stessa lezioncina su Putin cattivo-cattivo e per fortuna che ci sono USA, NATO e UE intenti a spalleggiare i poveri ucraini invasi da quel pazzo maniaco, esattamente come prima il virus cattivo-cattivo dei perfidi cinesi attentava alla nostra tranquillità, ma per fortuna che c’erano i vaccini salvifici dei nostri cari filantropi.
    Filo-putiniani trattati come no-vax, e intanto l’emergenza continua: la rana non è ancora completamente bollita.

  2. Lanfranco
    28 febbraio 2022 at 17:45

    Da tempo ho abolito la tv.
    Mi guardo bene dal leggere i quotidiani allineati.
    La pessima informazione, con toni tra il melodramma e il genere horror, è in onda da tempo. Vi ricordate Saddam?

  3. Panda
    28 febbraio 2022 at 21:23

    Perfino Barbara Spinelli (!), per aver ricordato qualche fatto sgradito, è stata accusata di tradimento: https://twitter.com/riotta/status/1497883089598517253

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di essere al corrente che i commenti agli articoli della testata devono rispettare il principio di continenza verbale, ovvero l'assenza di espressioni offensive o lesive dell'altrui dignità, e di assumermi la piena responsabilità di ciò che scrivo.