“Pronti a combattere contro i pederasti russi”

Appena ascoltato con le mie orecchie su Rai News24 (ore 7,35 circa di questa mattina).
Uomini del famigerato battaglione Azov ucraino (nazisti dichiarati, come confermato dalla commentatrice in diretta) aggregati all’esercito regolare ucraino, intervistati da un inviato in loco:” Siamo pronti a combattere contro i pederasti russi!”. Parole testuali rilasciate orgogliosamente da uno degli intervistati.
Del resto anche questi sono i difensori dell’occidente liberale e democratico.
Ci riflettano gli “arcobalenati” che stanno manifestando in questi giorni contro la Russia e in appoggio della NATO…
P.S. Non posso pubblicare le foto dei nazisti del battaglione Azov con le svastiche altrimenti gli algoritmi di facebook (questo articolo va anche su FB) mi bannano… (bannano le svastiche ma come gli fanno comodo i nazisti che combattono contro i russi…)

L'ombra nera dell'Ucraina – Mari Terre Merci

Ucraina, sui servizi di sicurezza scontro tra Zelensky e neonazi | il manifesto

Fonte foto: da Google

3 commenti per ““Pronti a combattere contro i pederasti russi”

  1. Federico Lovo
    1 marzo 2022 at 8:39

    liberal-nazismo, nazi-liberalismo… scegliete l’espressione che più vi piace, ma tanto la sostanza politica REALE del “mondo libero” è ormai questa.

    • odorisiogilberto@libero.com
      24 maggio 2022 at 12:34

      Più depravati di così non ne possiamo piu’

  2. Giulio Bonali
    1 marzo 2022 at 9:19

    Pederasta é diverso da pedofilo.
    Definizione della Treccani telematica (per gli anglomani “on-line”) di pederastia:

    “Tendenza o pratica erotica che nel significato originario del temine é costituita dal rapporto sessuale di un adulto con un adolescente; con un significato più ampio [con tutta evidenza quello in cui lo usava il nazista ucraino in questione, N.d.R] e più comune nell’ uso moderno, con questo ternine si indica l’ OMOSESSUALITA’ maschile” [evidenziazione in MAIUSCOLO mia, N.d.R].

    Dove stanno i solerti promotori della sitematica (dis-) educazione all’ omosessualità nei mezzi di cominicazione di massa (per gli anglomani, meccheronicamente latineggianti nella fattispecie, “mass media”) e nella scuola?
    Qui in Italia ai bambini si deve inegnare che se si vuole crescere bene, in maniera psicologicamenrte sana, si deve diventare omosessuali o per lo meno bi- tri- tetra- e chi più ne ha più ne metta- sessuali, mentre i degni alleati crinìminali nazisti ucraini dei pessimi (senza virgolette) “buonisti” politicamente corretti “nostrani” possono tranquillamente offendere i democratici e antifascisti come froci senza scandalizzare “ben”pensanti!
    Su tutti questi nazisti “fieri e “orgogliosi” di proclamarsi tali e di propagandare il peggiore e più truce razzismo a tutto spiano noto fra l’ atro la totale latitanza della “madonna pellegrina delllo pseudoantifascismo politicamente corretto” Liliana Segre (solitamente in famiglia la connoto in termini un po’ peggiori).

Rispondi a Federico Lovo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di essere al corrente che i commenti agli articoli della testata devono rispettare il principio di continenza verbale, ovvero l'assenza di espressioni offensive o lesive dell'altrui dignità, e di assumermi la piena responsabilità di ciò che scrivo.