Unione Popolare???

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e il seguente testo "UNIONE POPOLARE deMagistris con 9. Cancellare la Legge 54 del 2006 che, usando il termine fumoso di "bigenitorialità", sta di fatto ripristinando la Patria potestà. Questo quadro si appesantisce ancora di più nelle separazioni in seguito a violenza domestica o abusi sui minori: le/i figli/e che non vogliono vedere il padre violento vengono considerati affetti da una cosiddetta "alienazione parentale" una sindrome che sarebbe causata dalla madre malevola, e che è stata già sconfessata dalle comunità scientifiche internazionali."

Mi dispiace, devo essere onesto, a pochi giorni dal voto, dover fare una dichiarazione pubblica contro una lista che si autodefinisce “antagonista” (anche se a mio parere non lo è affatto) e all’interno della quale militano tanti miei vecchi amici/che e compagni, ma non posso farne a meno. Fin dall’inizio, con qualche rarissima eccezione (leggi le tendenze “trumpiste” di Italexit di Paragone) avevo deciso di non aprire polemiche con le liste considerate “antagoniste” o “antisistema”, in favore di una fiera battaglia contro i partiti di sistema e in particolare i due schieramenti di centrodestra e centrosinistra che ne costituiscono l’asse portante. Ma, come dicevo, c’è un limite a tutto.

Unione Popolare propone di cancellare la legge 54 del 2006 sull’affido condiviso, peraltro sistematicamente disattesa, come ormai ampiamente e drammaticamente noto, soprattutto ai diretti interessati.

E’ evidente come le compagne e i compagni di Unione Popolare siano del tutto indifferenti alla condizione di centinaia di migliaia di padri separati ridotti in uno stato di povertà materiale e di prostrazione psicologica, gettati molto spesso in mezzo ad una strada e costretti a ricorrere alla Caritas o addirittura a dormire nella propria automobile, separati dai figli e in moltissimi casi impossibilitati ad incontrarli perché falsamente denunciati (come dimostrano le statistiche, i numeri e le sentenze) per molestie o violenze mai commesse al fine di ottenere vantaggi in sede giudiziale, con la complicità diretta di uno stuolo di avvocati e avvocatesse senza scrupoli e quella indiretta (ma altrettanto grave) di giudici ideologicamente condizionati e orientati.

Prigioniere/i delle loro gabbie ideologiche dalle quali non possono e non vogliono uscire, continuano a deformare la realtà e a osservare il mondo a senso unico, o meglio dal loro buco della serratura.

Per loro gli uomini sono sempre colpevoli e privilegiati per definizione, e le donne sempre vittime e discriminate, sempre per definizione. Una visione tanto distorta quanto sessista, di cui non sono neanche consapevoli tanto sono accecati, che li vede in totale simbiosi con la narrazione mediatica-ideologica dominante e in particolare con quella che fa riferimento al carrozzone neoliberale, PD in testa, che loro stessi dicono di voler contrastare.  Una contraddizione macroscopica che solo le lenti deformate dell’ideologia possono occultare. Non c’è nulla di dialettico, nulla di logico e nulla di razionale in questo modo di porsi.  Si tratta di un atteggiamento di tipo religioso, un postulato ideologico elevato a Verità Assoluta, a-storico, a-dialettico e a-temporale. Nulla si può contro cotanto muro di gomma se non individuarlo, segnalarlo e stigmatizzarlo.

Lontani ormai anni luce dalle periferie, dai luoghi di lavoro, dai ceti popolari, continuano a suonare l’unica nota che suonano da almeno quarant’anni a questa parte, finendo per essere sempre più isolati e anche decisamente patetici, diciamoci la verità.

Se la destra vincerà le elezioni, ottenendo larghi consensi fra i ceti popolari, sarà anche e soprattutto per colpa loro.

7 commenti per “Unione Popolare???

  1. Giulio larosa
    24 settembre 2022 at 7:54

    Non solo, dove vedono una urla jebreal a scoprire i veli e mostrare le cosce vanno in sollucchero. Ora sono scatenati contro l iran per la colorata protesta dei soliti iranisraeliani. Non c è una rivoluzione colorata gestita dalla nato che non li veda in prima fila dalla parte sbagliata. Sono dei deficienti pericolosi gli utili idioti che hanno permesso agli usa e Israele questa devastazione mondiale. Il tragico è che lo fanno in buona fede come quei babbei intellettualoidi che appoggiarono la conquista delle duesicilie xché i borbone erano oscurantisti e così ci hanno regalato 160 anni di colonia a direzione massonico mafiosa, due guerre mondiali il fascismo.

  2. Giulio Bonali
    24 settembre 2022 at 11:50

    Ben detto sia da Giulio che da Fabrizio!
    (Solo sulla valutazione del “risorgimento” italiano di Giulio ho francamente dei dubbi, lo confesso; dovrei studiare per bene quella historia…).

    Per me trattasi di nemici del popolo “da trattamento alla Robespierre/Stalin” (lo so, sono politicamente scorrettissimo e ben contento di esserlo), sempre pronti, con uno PSEUDOantifascismo d’ acatto a fare da miserabile foglia di fico, ad accorrere in soccorso (con molta ipocritissima dissimulazione e “discrezione”), nonappena ce ne sia bisogno, dei nemici del popolo (…vedi sopra) del PD, non meno fascistissimi in senso lato della Meloni (e non certo perché costei sia poco fascista): sono sempre stati entusiasticamente dalla parte di quel miserabile nazista, criminale di guerra e contro l’ umanità di Zelensky, serve altro ?!?!?!

  3. Giuseppe Casamassima
    24 settembre 2022 at 12:47

    De Magistris è stato una rovina per tutti, dovunque ha operato, sia da magistrato che da politico. Parlo della Calabria e di Napoli

  4. Stefano De Stefano
    24 settembre 2022 at 20:55

    Per una corretta informazione segnalo il link per il programma di Unione Popolare. Grazie per l’attenzione
    programma di Unione Popolare
    https://dait.interno.gov.it › trasparenza › Documenti

  5. ndr60
    25 settembre 2022 at 14:48

    Oltre al punto già citato da Fabrizio, fanno spicco anche le dichiarazioni di De Magistris sulla professione di fede nell’europeismo (come se la UE ordoliberista fosse riformabile)…
    Certo che se gli antagonisti sono questi, il pronipote di Draghi ha il premio di statista dell’anno già in tasca.

  6. gino
    26 settembre 2022 at 14:33

    uno schifo quel punto 9.
    conosco sia madri malevole che figli che non vogliono vedere la madre perché non vale un czz!
    nonostante le fantomatiche sconfessioni delle comunitá scientifiche internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di essere al corrente che i commenti agli articoli della testata devono rispettare il principio di continenza verbale, ovvero l'assenza di espressioni offensive o lesive dell'altrui dignità, e di assumermi la piena responsabilità di ciò che scrivo.