Archivio articoli di Giacomo Rotoli

Chiediamo le dimissioni di Vincenzo Spadafora

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:   Al Presidente del Consiglio dei Ministri                                                                              On.le Giuseppe Conte                                                                              presidente@pec.governo.it                                                                                Al Vice Presidente del Consiglio dei Ministri                                                                              On. le Luigi Di Maio segreteria.ministro@mise.gov.it dimaio_luigi@camera.it                                                                                Al Vice Presidente del…

Brexit: l’isola del gran rifiuto

Foto: commons.wikimedia.org L’impero che non c’è più Non ci sono più i Balfour, i Kitchener, i Rhodes e nemmeno i Churchill. L’impero da tempo non c’è più e ogni nostalgia imperiale è ormai un fossile storico e si deve confrontare…

Per chi voterebbe Elena Greco?

Certo la mia è una domanda inutile forse senza risposta. Elena Greco, la protagonista del ciclo di romanzi di successo “L’amica geniale” [1] della scrittrice ‘misteriosa’ Elena Ferrante è ormai, nella finzione letteraria, una tranquilla signora di 70 e passa…

Perché non firmerò per Linda Sabbadini

E’ di qualche giorno fa la notizia che Linda Sabbadini, direttrice del dipartimento delle statistiche sociali dell’ISTAT, lascerà il suo incarico per essere assegnata altrove, a quanto pare anche per un accorpamento tra dipartimenti. Naturalmente non si sa nulla delle…

La civiltà del desiderio

CYPHER: Ignorance is bliss. I’m tired, Trinity. Tired of this war, tired of fighting… I’m tired of the ship, being cold, eating the same goddamn goop everyday… ……. I don’t want to remember nothing. Nothing! You understand? And I want…

Cigni Grigi

Guilherme_Kramer

Avventuriero matematico e trader finanziario Nassim Nicholas Taleb ha goduto negli ultimi anni di una certa fama per la sua concezione degli eventi rari che egli definisce “cigni neri” in contrapposizione ai molto più comuni cigni bianchi.

La casa in ordine

leviatano_560

George L Mosse definiva l’essenza borghese del totalitarismo: l’avere una bella casa in cui tutto è in ordine. Da attento storico del nazionalsocialismo egli individuava le cause del fallimento della cultura di Weimar, l’espressionismo, che pur partendo da una contestazione…