Archivio articoli di Riccardo Achilli

D’Alema e i dalemini

Il motivo fondamentale per il quale tanti apprezzano D’Alema, a sinistra, è che l’uomo è in qualche modo, anche biograficamente, l’ultimo esponente del PCI di Botteghe Oscure. Profuma di una politica d’altri tempi, una politica senz’altro migliore. Basata sullo studio,…

Gli “insiemisti”

Piano piano, senza voler avere una ricetta, che non ha nessuno, vorrei però fare una brevissima riflessione sul senso di una lista unitaria di sinistra. Chi la difende non può non rendersi conto che essa, nel migliore dei casi, e…

La “sinistra” innocua del 3%

Quando Montanari dice “mai con il Pd e con il centrosinistra” è in buona fede. D’altra parte, dietro di lui c’è D’Alema, che non potrà più costruire alcun rapporto umano e politico con Renzi. In verità, sono gli assetti politici…

Moriremo populisti?

Sento fare molti discorsi, per così dire, auto-consolatori, dopo i risultati delle elezioni presidenziali francesi, circa una presunta “incapacità” dei populismi di destra di sfondare nell’agone elettorale, conquistando l’egemonia politica. A mio avviso, molti di questi discorsi dipendono da un…

Chi mangia fa briciole?

Stamattina, mi è capitato di viaggiare in treno con un gruppo di ambulanti liguri che andavano a Roma per la manifestazione contro la direttiva Bolkestein. Il più colorito di loro teneva banco nel vagone, raccontando in un patois italo-ligure le…