Perchè?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

 

Perché Renzi propone il sistema elettorale tedesco con annessa riforma della costituzione ( monocameralismo eccetera eccetera) ?

Primo perché sa benissimo che la sua proposta non ha la minima possibilità di essere approvata.

Secondo perché conta sul fatto che non ne venga approvata nessun’altra.

Terzo perché sa benissimo che lo schieramento, diciamo così, di sinistra ( o, per non spaventare nessuno, di centrosinistra o, meglio ancora, riformista) è abbastanza sciroccato; ma non sino al punto di suicidarsi, andando alle elezioni con questo sistema elettorale. E sa anche, per inciso, che un’elezione anticipata ridurrebbe comunque pressoché a zero la sua capacità di pressione (  o di ricatto ).

Il Nostro ha in sostanza bisogno di tempo. Nella speranza che il suo spazio reale  si avvicini, almeno un poco al suo attuale spazio virtuale. E l’assenza di una legge elettorale glielo garantisce. Tutto qui.

Perchè il mite Zingaretti alza la voce e minaccia il ricorso alle elezioni ? Perché ha capito benissimo il gioco di Renzi. Ma anche Renzi ha capito che la sua è una pistola scarica. Perciò, statene ceti, troveranno un qualche compromesso.

Perché la destra pasticcia e mischia le carte sulle indicazioni di voto nel referendum ?

Perché come ogni italiano che si rispetti, si picca di essere furba; nel caso specifico giocando su due tavoli.

Se vince il sì dirà che è la vittoria del paese reale sul  paese legale, del popolo sulla casta, eccetera eccetera.

Se vince il no dirà che si tratta di una sconfitta del governo e che Giuseppi  deve andare a casa.

Se vince il sì ma di stretta misura potrà dire entrambe le cose. O magari nessuna  delle due.

 

In Spagna, il mondo imprenditoriale spinge fortemente per un accordo tra governo e opposizione sulla gestione della pandemia. In Italia, fulmina un giorno sì e l’altro pure contro il governo, lo stato, l’assistenzialismo, i sindacati e così via. Perché ?

Perché la classe imprenditoriale, e in particolare quella lombarda, è la più stupida d’Europa. E perché nessuno glielo ha fatto notare.

Perché Trump radicalizza, in modo propriamente criminale, i toni della propria campagna elettorale ?

Perché  ci sono moltissimi americani e magari chissà la loro maggioranza, che ritengono che la  proprietà, valga più della vita degli altri e che la libertà sia più importante della solidarietà. E perché i tantissimi che la pensano diversamente hanno paura di affrontare sino in fondo la sfida su questo terreno. Almeno sino ad ora.

 

Perché Di Maio è andato, proprio in questi giorni di generale confusione, a proporre a Serraj autostrade e quant’altro ?

Perché è afflitto da una malattia molto diffusa nel M5S; l’ansia di prestazione.

 

Perché Maduro ha improvvisamente liberato 110 prigionieri politici ?

Perché ha capito due cose che erano evidenti sin dal principio. Primo che, senza l’intervento armato degli Stati uniti, il progetto di Guaidò, che era quello  di rovesciare il regime ( frattura nell’esercito, incidenti drammatici alla frontiera, rivolta della popolazione, accentuarsi della repressione, crisi economica acuta o magari il suo arresto) era destinato a fallire. Secondo che l’opposizione era profondamente divisa: tra quelli, sempre più numerosi, che puntavano a dialogare con lo stesso regime per un corretto svolgimento dell’appuntamento elettorale e quelli che, invece, sostenevano la via dura. E che convenisse rafforzare in tutti i modi la posizione dei primi. Trump, volevo dire Biden, permettendo…

 

Perché la Turchia può permettersi di fare tutto quello che vuole ?

Facile rispondere: perché fa parte della Nato. Un’istituzione che non può espellere o sanzionare nessuno; e che non prevede votazioni a maggioranza. ( Per inciso solo 7 paesi membri hanno sostenuto la posizione francese…). E perché ha uno degli eserciti più forti del mondo; e armamenti ( droni compresi) molto avanzati. Tutto qui. Ma è moltissimo.

 

Perché Navalny è stato avvelenato in modo così evidente e maldestro  mentre prima era stato, giustissimamente, trattato con i guanti ? Perché è stato affidato alle cure di un ospedale tedesco, ben sapendo che, così facendo, le prove di questo avvelenamento sarebbero state evidenti ?

L’unica spiegazione razionale, ma non a caso la più “complottarda”, sarebbe quella di attribuire l’attentato ad un agente della Cia. Ma il governo russo non ha nemmeno tentato di proporla. Mantenendo un mutismo addirittura imbarazzante.

E allora, le ipotesi sono due, l’una peggiore dell’altra. O Putin ha deciso di rompere definitivamente qualsiasi dialogo con l’Europa, con tutte le conseguenze del caso. Oppure l’avvelenamento è stato messo in atto da quanti sono interessati ad una fuoruscita dura dal regime; e al di fuori del suo controllo. Ciò spiegherebbe l’attuale silenzio del Cremlino; da un punto di vista razionale completamente insensato.

Trump dichiara vittoria in Siria e toglie sanzioni a Turchia. Siglato un  "accordo storico" tra Putin ed Erdogan | ILFOGLIETTONE.ITILFOGLIETTONE.IT

1 commento per “Perchè?

  1. Federico Lovo
    8 settembre 2020 at 20:53

    “L’unica spiegazione razionale, ma non a caso la più “complottarda”, sarebbe quella di attribuire l’attentato ad un agente della Cia. Ma il governo russo non ha nemmeno tentato di proporla. Mantenendo un mutismo addirittura imbarazzante.”
    Egregio signor Benzoni, sarà imbarazzante per lei ! Di imbarazzante c’è solo il numero di schifezze che – con elevatissima probabilità anche in questo caso – vengono pensate a Washington per danneggiare i rapporti tra Russia ed Europa, rapporti che – al di là di tutto – sono ancora esistenti, come nel campo energetico (basta leggere le notizie degli ultimi giorni, alle quali stranamente si è aggiunta quella dell’avvelenamento della nullità Navalny, con tempismo perfetto)!.
    I Russi non puntano il dito “alla cazzo di cane”, non è nel loro stile, di cui forse Benzoni non grande conoscitore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di essere al corrente che i commenti agli articoli della testata devono rispettare il principio di continenza verbale, ovvero l'assenza di espressioni offensive o lesive dell'altrui dignità, e di assumermi la piena responsabilità di ciò che scrivo.