Stalking al Mudec: custode accusato anche di… “rumori corporali”

Risultati immagini per Stalking al Mudec: custode accusato anche di... "rumori corporali" immagini

 

Surreale vicenda giudiziaria: i comportamenti persecutori di una guardia del Mudec nei confronti di due colleghe tra frasi oscene, ammiccamenti e… peti

MILANO

Martedì, 10 aprile 2018 – 08:52:00

 

Una vicenda surreale ma sulla quale la Procura di Milano sta lavorando con serietà, essendo giunta ad un rinvio a giudizio. Destinatario del provvedimento una guardia museale del Mudec, il Museo delle culture, accusato da due sue colleghe di molestie “condite” da “rumori tratti dal proprio corpo”. Peti, nella fattispecie. Le due vittime, come racconta il quotidiano Il Giorno, hanno tra i 50 ed i 60 anni e denunciano uno stalking fatto di ammiccamenti, volgarità, frasi oscene. Con un elemento in più: lo stress emotivo causato dai “rumori corporali” che l’uomo utilizzerebbe come ulteriore elemento di disturbo in modo da cagionare nelle due donne “un perdurante e grave stato d’ansia e di paura”, condizione psicologica necessaria perché possa essere contestata la condotta dello stalking. L’accusa di “atti persecutori” potrebbe costare all’uomo pene da sei mesi a quattro anni

http://www.affaritaliani.it/milano/stalking-al-mudec-custode-accusato-anche-di-rumori-corporali-534133.html

 

vabbé, abbiamo perso la ragione.

Un cafone resta un cafone e basta, un povero scemo che si diverte a mettere in imbarazzo la gente con frasi volgari, doppi sensi ed oscenità gratuite.

Quante volte noi tutti – uomini e donne, adulti e pure minori – abbiamo dovuto alzare gli occhi al cielo di fronte allo zozzone di turno che raccontava barzellette sporche, o sparlava di froci e negri, o insultava zingari e napoletani.

Uno sguardo di commiserazione per il cerebroleso, e morta li.

Lasciato il poveraccio a rimestare nel suo trogolo.

Salvini ha cantato cori razzisti, in Parlamento l’insulto è diventato una costante e si sono tirati pure la mortadella, l’intellettuale Sgarbi ha fatto del turpiloquio un marchio di fabbrica, Grillo ha trasformato il vaffanculo in critica politica, parolacce e doppi sensi sdoganati in tv perfino in prima serata … eppure nessuno ha mai gridato allo stalking.

Uno stalker è altra roba, ma il tizio in questione ha un’aggravante mica da ridere: scorreggia pure.

Ah, allora ….

Lo scorreggione è un flagello per la collettività,  lui si che può causare perduranti e gravi stati di ansia e paura nel prossimo, lui si che può costringere la gente a cambiare le proprie abitudini di vita, lui si che mette in pericolo l’incolumità delle vittime.

In galera, e buttate la chiave.

Caspita, allora ho incontrato centinaia di stalker in aereo e in metropolitana , al bar e al ristorante, in treno e in ascensore (quelli sono terribili).

Alle elementari ero in classe con uno stalker seriale e non lo sapevo.

Flatulenza, diceva la maestra, ma quella che ne sapeva delle sottigliezze giuridiche?

Allora semplifichiamo la norma: stalking è tutto ciò che non piace ad una donna, punto.

 

p.s.

Gomorra ci racconta che a Scampia i ragazzini di 13 anni spacciano e quelli di 16 sparano, ma è sempre meglio che diventare stalker facendo le gare di rutti.

 

4 commenti per “Stalking al Mudec: custode accusato anche di… “rumori corporali”

  1. Gian
    11 aprile 2018 at 23:26

    Mah, sono felice di lavorare in un ambiente esclusivamente maschile…

    A dire il vero ci sono ben tre donne su circa 150, ma ormai si aono abituate, dopotutto sono anche loro delle magazziniere, oltre al fatto che dove lavoro io non c’è il tempo per farsi ste seghe mentali…

  2. Antonio
    12 aprile 2018 at 21:39

    lavorava anche al museo di storia naturale di milano e scoreggiava anche li ogni momento è un bastardo non lavorava mai si nascondeva a dormire

    • Fabrizio Marchi
      12 aprile 2018 at 22:09

      Non metto in dubbio che sia un lavativo scansafatiche dormiglione e scoreggione sicuramente una persona volgare e pesante.
      Dico solo una cosa. A parti invertite, una donna come lui sarebbe stata denunciata per stalking? E se lo fosse stata che reazioni ci sarebbero state?

  3. Io
    19 aprile 2018 at 19:17

    sarà introdotto il reato di omicidio flatulenziale

Rispondi a Io Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di essere al corrente che i commenti agli articoli della testata devono rispettare il principio di continenza verbale, ovvero l'assenza di espressioni offensive o lesive dell'altrui dignità, e di assumermi la piena responsabilità di ciò che scrivo.