Se non ora, quando?

Avevo deciso che questa mattina mi sarei occupato di tutt’altro ma non appena ho aperto il pc mi sono ritrovato  davanti agli occhi questo articolo di Lea Melandri pubblicato sul Manifesto di oggi http://ilmanifesto.info/il-genere-della-violenza-gli-orrori-hanno-un-sesso/ e segnalatomi da un amico che…

Il migliore dei mondi possibile

  Pochi giorni fa mi è capitato di vedere una commedia francese dal titolo “la famiglia Belier” che narra di una ragazza sedicenne, figlia di genitori sordomuti che gestiscono una fattoria in un paese nei pressi di Parigi. La ragazza,…

Nella cabina di pilotaggio

Dicono che il giovane pilota Andreas Lubitz avesse sofferto di crisi depressive e avesse tenuto nascoste le sue condizioni psichiche all’azienda per cui lavorava, la Lufthansa. I medici consigliavano un periodo di assenza dal lavoro. La cosa non è affatto…

Un’altra storia

Delle origini in Iraq e in Siria dello «Stato islamico», finanziato e armato dagli Stati Uniti, e sottotraccia da Israele, per disgregare lo Stato siriano con l’obiettivo strategico di attaccare l’Iran ed eliminare due importanti retrovie di sostegno al popolo…

Fine di una leggenda

              A quanto pare la Merkel ha indotto Schäuble (che stava facendo saltare il compromesso raggiunto il 20 febbraio con Atene, già parecchio oneroso per quest’ultima) a più miti consigli riguardo alla Grecia. Questo…

La “nuova” Destra

Questa mattina mi sono imbattuto casualmente su facebook nel post di un mio amico che commentava i tragici fatti di Napoli dove un giovane è stato ucciso durante una rapina dai due malviventi rivelatisi successivamente due carabinieri in congedo: http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/03/25/news/rapina_a_un_supermercato_conflitto_a_fuoco_e_dieci_feriti-110443709/?ref=HRER3-1…

Tabatha mani di forbice

Ho una sorella americana. Vive a New York, lavora per Google. I capelli però se li taglia in Italia. La cosa non mi era chiara. Per quanto mi riguarda ho un rapporto decisamente conflittuale con i parrucchieri, il mito di…

Masterchef ed Expo: l’Italia dei servi e dei padroni

Aveva visto giusto Corrado Ravazzini nel suo cortometraggio ”perfetto” https://www.youtube.com/watch?v=JEB0cjoC_jM   a identificare nel ristorante il luogo dove meglio emerge, e meglio viene esibito, lo ”status sociale” nel capitalismo post-moderno. Si andava al ristorante banalmente per mangiare, ma ora tra cuochi…