Paradossi e miopie dei socialisti

Proprio quando l’assetto determinatosi a seguito di Tangentopoli, distruggeva l’industria di Stato, le partecipazioni pubbliche, il pieno impiego, il parlamentarismo, e quindi riponeva in soffitta la costruzione statale a economia mista prevista dalla nostra Costituzione, i socialisti abbaiavano rancorosi contro…

Sangue di renna

La propaganda per giustificare l’ingiustificabile deve confondere i fatti con  il pacchetto delle menzogne del giornalismo asservito. La democrazia è reale, se i cittadini dispongono di informazioni sui fatti da condividere per ricostruire la realtà storica del loro tempo, se…

Dichiarazione di guerra alla Russia

La richiesta di adesione della Svezia e della Finlandia alla NATO è una dichiarazione di guerra (degli USA e della NATO) alla Russia. La Svezia è stata neutrale perfino quando la Germania nazista aveva occupato l’intera Europa, scatenando la seconda…

Carla Lonzi e il femminismo ideologico

La storia del femminismo non è sintetizzabile in formule semplicistiche, al suo interno vi sono correnti e prospettive diversificate. Vi sono pensatrici che hanno testimoniato “il pensiero al femminile”. Il pensiero è materiale, ha la sua genesi nelle condizioni materiali…

La “sinistra sintetica” condivide la prospettiva della “guerra eterna” con i nazisti di Kiev

L’aggressione imperialista statunitense alla Federazione Russa, utilizzando come avamposto strategico l’Ucraina neofascista, ha accelerato la fascistizzazione del mondo occidentale attraverso una campagna d’incarcerazione, ma anche tortura ed omicidi degli avversari politici. Le ‘’società aperte’’ occidentali finiscono per somigliare, sempre di…

Il partito della guerra

Ieri sera ho ascoltato Conte e Letta intervistati, separatamente, da Formigli a Piazza pulita. La divisione fra i due è evidente nonostante le finte di corpo e i doppi salti carpiati che hanno posto in essere, soprattutto il secondo, per…

Guerra: una coazione a ripetere?

Quando sentiamo un Edward Luttwak magnificare la presunta bellezza della guerra e il fascino che, secondo lui, essa torna oggidì a esercitare sugli esseri umani proviamo un senso di sgomento, senza renderci conto che la nostra “istintiva” ripulsa è figlia dei…

Mio Dio come siamo caduti in basso

Ai tempi della guerra fredda e della “mai abbastanza deprecata” prima repubblica l’Italia era, per molti aspetti, uno dei paesi  più liberi del mondo. Libero, al suo interno: di avere un’economia mista, con  il ruolo centrale delle partecipazioni statali. Libero,…