La misura è colma. E’ ora di reagire.

Dopo l’allucinante “idea” di Angelo Bonelli, eletto in Parlamento dalla coalizione di centro-sinistra, di presentare una legge che consideri reato il negare il cambiamento climatico e dopo la presa di posizione di Mario Tozzi, noto geologo televisivo, di non voler partecipare a confronti pubblici con i negazionisti di questa tesi, anche se scienziati, pur non considerandomi aprioristicamente un negazionista, ma desideroso di capirne di più e di avvicinarmi il più possibile alla verità, da ora in avanti pubblicherò post e articoli di scienziati, geologi e storici del clima che confutano tale teoria con argomenti e dati di supporto.
Ci sono stati troppi rumorosi silenzi nel cosiddetto “campo progressista” di fronte a questa oscena proposta di Bonelli e del mondo che rappresenta.
Chi mi accuserà di negazionismo verrà bannato e non potrà più commentare i miei post.
Ritengo che sia arrivata inoltre l’ora di mettere un freno alle scorribande mediatiche e interessate di militanti e propagandisti tossici di teorie e ideologie del pensiero unico, dal transengenderismo all’ecologismo talebano per non dire della propaganda guerrafondaia, che lavorano per rincoglionirci e terrorizzarci più del lecito e più di quanto siamo in grado di farlo con le nostre sole forze.
Le campagne mediatiche quotidiane h24 su tali temi hanno raggiunto un grado di parossismo insostenibile e di violenza psicologica tali da rendere legittimo il sospetto che si tratti di campagne sponsorizzate ed eterodirette da ambienti e gruppi di potere per fini oscuri di dominio e per imporci un ordine transumano che di umano rischia di non avere più nulla.
Il dibattito su tali argomenti deve dare la parola a tutti e non escludere invece dal discorso pubblico il dissenso o addirittura renderlo un reato.
Come profetizzava il buon Pasolini, il fascismo moderno non assomiglierà al vecchio e avrà un aspetto sconosciuto e quindi sarà più pericoloso dei vecchi nostalgici che vanno a Predappio.
Mettiamo un argine a questa malattia e limitiamone la propagazione pestifera.
La misura è colma.

Malore alla Camera per Angelo Bonelli mentre si discute sul Def: seduta  sospesa, dimesso dall'ospedale

Fonte foto: da Google

5 commenti per “La misura è colma. E’ ora di reagire.

  1. 24 luglio 2023 at 11:33

    Tra l’altro tutto l’ecologismo ora si sta concentrando sulla aumento delle temperatura, trascurando inquinamenti molto più impattanti per la salute umana (e per il Capitale se dovesse riparare) come quelli del suolo e delle acque.

  2. Enza
    24 luglio 2023 at 12:13

    Ci dobbiamo preoccupare del clima( (non vaneggiamenti di Bonelli)? Certamente, ma non come dicono loro. Penso per esempio, all’intoccabile industria dell’acqua imbottigliata che fa un doppio danno : per dissetarti, atto indispensabile alla vita, devi pagare; la plastica che si produce è un ciclo di inquinamento molteplice e hai voglia a dire che qui, nei paesi più ricchi, non si disperde nell’ambiente grazie alla raccolta differenziata. Avete presente il Citarum nella Giava orientale? Dategli un ‘occhiata. Ma gli esempi del doppiopesismo dato all’ ambiente, a seconda dove si nasce e su misura di precisi obiettivi di profitto, sono innumerevoli. Ciò detto, molto riduttivamente, mi associo a quanto scritto da Castronovi.
    Quello che si sta imponendo, per la questione climatica ora, prima per il vaccino anticovid seguito dal racconto sulla guerra in Ucraina, è l’equivalente di una sorta di principio di autorità che, in passato, tanti danni al libero pensiero e alle conquiste dell’umano sapere fece. Un salto all’indietro molto pericoloso per un’umanità apatica e falsamente informata dove “oscuri gruppi di potere” secondo la definizione dell’autore, perseguono interessi di dominio per fini nefasti , tout court. Gruppi di potere ossia le bande, letteralmente tali, di criminali che spadroneggiano sul pianeta e a cui i governi sono asserviti. Il lobbismo è solo una delle facce non nascoste di questo potentissimo crimine organizzato.

  3. Francesco
    24 luglio 2023 at 16:43

    Vorrei segnalare, per chi non l’avesse letto, questo articolo di Andrea Zhok che mi sembra adattarsi molto bene:

    https://sinistrainrete.info/articoli-brevi/25988-andrea-zhok-terrorismo-climatico.html

  4. Sergio Binazzi
    25 luglio 2023 at 11:44

    Macché negazionismo caro Castronovi mi trovo d’accordo con te, questa gentaglia hanno proprio tutta l’intenzione di rincoglionire la gente con le loro balle che sono tanto grandi da non crederci neppure da chi le scrive forse.

  5. ndr60
    25 luglio 2023 at 14:59

    Bonelli è uno dei tanti burattini che vengono mossi (nel modo tipico dei burattini) a seconda della bisogna. La presa di posizione di Tozzi non sorprende, è lo stesso figuro che sghignazzava su twitter a una pessima battuta sulla morte di Montagnier. Tozzi è il tipico “scienziato” mediatico, messo lì per propagandare la visione di Lorsignori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di essere al corrente che i commenti agli articoli della testata devono rispettare il principio di continenza verbale, ovvero l'assenza di espressioni offensive o lesive dell'altrui dignità, e di assumermi la piena responsabilità di ciò che scrivo.