Archivio articoli di Fabrizio Marchi

Il cimitero dei (piccolissimi) elefanti

Non posso esimermi dal commentare questo post https://www.facebook.com/photo/?fbid=2915775845398681&set=a.1496618270647786 di Giorgio Cremaschi, già dirigente sindacale per una vita, segretario a suo tempo della FIOM ed esponente di punta di Potere al Popolo e di UP  pubblicato su Facebook, di cui riporto testualmente…

Strabismo consapevole e trasversale

Nei prossimi giorni Roberto Saviano sarà processato per aver diffamato pubblicamente Giorgia Meloni e Matteo Salvini alcuni anni fa durante una trasmissione televisiva accusandoli di sostenere e praticare politiche discriminatorie e razziste nei confronti dei migranti e definendoli “bastardi”. Nulla…

Breve analisi del risultato elettorale

Abbozzo un’analisi del voto, sforzandomi di non essere troppo prolisso, andando per punti. Innanzitutto è stata la tornata elettorale più grigia e scialba della storia di questo paese, per lo meno a mia memoria, anche perché dall’esito ampiamente scontato. Vince…

L’Iran, il chador e l’Occidente

Sono convinto che oggi l’Iran giochi un ruolo fondamentale nel contenimento  delle politiche imperialiste e di destabilizzazione permanente portate avanti da  Israele, dagli USA e del blocco occidentale nell’area mediorientale, nonché nel sostegno attivo ai movimenti di resistenza anti neocolonialisti…

Unione Popolare???

Mi dispiace, devo essere onesto, a pochi giorni dal voto, dover fare una dichiarazione pubblica contro una lista che si autodefinisce “antagonista” (anche se a mio parere non lo è affatto) e all’interno della quale militano tanti miei vecchi amici/che…

Paradossi (apparenti)

Sembrano essere terminate, almeno per ora, le celebrazioni della regina Elisabetta. A mia memoria, non ricordo tanta enfasi mediatica per la scomparsa di nessun capo di stato. Neanche Nelson Mandela, uomo di ben altro spessore umano e politico (a dire…

“Guitta” più guitto

Salvini ha dichiarato che “la sua opinione su Putin è cambiata durante la guerra, perché quando qualcuno inizia a invadere, bombardare, inviare carri armati in un altro paese, beh, tutto cambia”. Dopo aver lanciato i soliti scontati strali contro la…

Morire sul lavoro

Un altro giovanissimo, Giuliano De Seta, è morto schiacciato da una lastra di due tonnellate mentre si trovava in una fabbrica metalmeccanica per uno “stage”, previsto dal famigerato (a questo punto non c’è altro modo per definirlo) percorso dell’ “alternanza…

Siamo oltre il ridicolo

“La Russia, dal 2014, ha finanziato con circa 300 milioni di dollari alcuni partiti politici di ventiquattro paesi”. Questa l’ultima trovata dell’intelligence americana per bocca di un altissimo dirigente molto vicino al presidente Biden nell’ambito della guerra mediatica-ideologica (oltre a…