Archivio articoli di Ferdinando Pastore

Superlega, di cosa vi stupite?

Tutti i luoghi comuni dei nostri tempi che vengono ripetuti sino allo sfinimento, quelli che racchiudono i valori del merito, dell’efficienza, della creatività, sono plasticamente rappresentati dalla proposta di una Superlega organizzata e finanziata dai club più ricchi. D’altronde è…

Sogni d’oro

Un imperativo di comando indispensabile per condurre un’esistenza resiliente e accomodante consiste nell’invito a sognare. L’educazione del cittadino erasmussino, spinto dall’etica imprenditoriale alla continua ricerca di esperienze auto-rigeneranti in un territorio privato di Storia e di contraddizioni sociali, in un…

Catcalling. L’espulsione dei poveri

Da qualche giorno imperversa l’eco di un nuovo inglesismo. Cat calling. Il giornalismo sensazionalista, impegnato a ricercare la moltiplicazione dei click, impone senza soste stratagemmi linguistici presi in prestito dalle scuole di business. La colonizzazione dell’idioma d’impresa ormai viene accolta…

La leva cosmopolita, i nuovi precetti

Nelle sue raccomandazioni paterne il devoto console Johann Bunddenbrook sollecitava il figlio maggiore nel tenere comportamenti propedeutici al senso di sacrificio protestante, quell’ordine purificatore che disciplinava il frugale capitalismo familistico. Lavora, prega e risparmia. L’intima sollecitazione – spudorato solo pensare…

Le nuove vocazioni

La Religione laica, progressista e mercantile, nelle sue omelie composte da una retorica ottimista e concentrata sulla liberazione evolutiva del soggetto, ha trovato un suo piccolo ma esemplificativo manuale di galateo nell’articolo apparso sul Corriere della Sera dove una giovane…

Boldrini e l’aristocrazia

Insomma dietro la patinata coloritura di un mondo pieno di festosa gioia, di paternalistici sguardi commiserevoli, di conversazioni ispirate al tanto caro bon ton di prammatica, di case circondate da lunghi divani bianchi con librerie utilizzate come altari nobiliari, di…

Amazon. Senza conflitto non esiste democrazia.

Lo sciopero dei lavoratori Amazon in lotta per ottenere condizioni d’impiego non assimilabili alla servitù è di cruciale importanza. Da anni le organizzazioni sindacali hanno accettato supinamente le coordinate ideologiche del Capitale incentrate sulla produttività, sull’impresa di sé, sulla flessibilità…